Torna agli Eventi

Il Vate, lo sbirro e il disegno naturalistico ad Anversa

21 Ottobre 2018

In occasione della Giornata Europea de I Parchi Letterari, il Parco Letterario Gabriele d'Annunzio Vi invita a un doppio appuntamento dedicato al disegno naturalistico e alla lettura
In occasione della
Giornata Europea de I Parchi Letterari
il Parco Letterario Gabriele d'Annunzio
Vi invita a un doppio appuntamento dedicato al disegno naturalistico e alla lettura

Il primo appuntamento (20 e 21 ottobre) è un interessante Workshop di Disegno Naturalistico negli angoli della Riserva Naturale “Gole del Sagittario” curato da Marco Preziosi .
Nel pomeriggio del 21, presentazione del libro "Il Vate e lo sbirro. L'indagine segreta del commissario Giuseppe Dosi sul “volo dell'arcangelo” Gabriele d'Annunzio" del pescarese Ennio Di Francesco che eccezionalmente verrà ospitata presso il Castello Normanno nel quale d’Annunzio ambientò la Fiaccola sotto il moggio. Sarà possibile visitare i giardini e alcuni ambienti della storica residenza.

Saluti istituzionali: Gianni DI CESARE Sindaco di Anversa degli Abruzzi
Introduzione: Mario GIANNANTONIO Parco Letterario Gabriele d’Annunzio
Interventi: Nicoletta DI GREGORIO Presidente “Associazione Eremo Dannunziano”
Orazio D’ANNA Questore di L’Aquila
Ennio DI FRANCESCO già ufficiale dei Carabinieri, funzionario Polizia di Stato

“Se D’Annunzio non fosse caduto dalla finestra e l’incontro con lui, Mussolini e me fosse avvenuto, forse la storia dell’Italia moderna avrebbe seguito un altro cammino” (Francesco Saverio Nitti- Rivelazioni-Napoli 1948)

L’antico abitato di Anversa è adagiato su uno sperone roccioso, a 660 metri d'altitudine e domina l'ultimo tratto delle suggestive Gole del Sagittario, oggi Riserva Naturale del WWF. Attraversata dalla tortuosa strada che costituisce la cerniera naturale tra la Valle Peligna e la valle superiore del Sagittario, Anversa fu scelta da Gabriele d'Annunzio (1863-1938) per l'ambientazione de La fiaccola sotto il moggio, “la perfetta delle mie tragedie”. Da sempre luogo di richiamo di letterati, botanici, artisti e viaggiatori, il paese ha fornito l’ispirazione anche a Maurits Escher che dal piccolo nucleo di Castrovalva, antichissimo borgo a 820 metri di quota, ammirava il paesaggio delle Gole fino a Cocullo, il paese cui San Domenico donò un proprio dente facendo scaturire nella popolazione una fede che andò a soppiantare il culto pagano della dea Angizia, protettrice dai veleni, tra cui quello dei serpenti.

Vedi in allegato i due programmi 



Il Vate, lo sbirro e il disegno naturalistico ad Anversa - Foto 1Il Vate, lo sbirro e il disegno naturalistico ad Anversa - Foto 2Il Vate, lo sbirro e il disegno naturalistico ad Anversa - Foto 3Il Vate, lo sbirro e il disegno naturalistico ad Anversa - Foto 4Il Vate, lo sbirro e il disegno naturalistico ad Anversa - Foto 5
Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®