Torna agli Eventi

I vendemmiati clivi di Manarola nel Parco Montale e delle Cinque Terre

21 Settembre 2019

21 settembre. Il Parco Nazionale delle Cinque Terre con il Parco Letterario Eugenio Montale e delle Cinque Terre Vi invitano in tempo di vendemmia ad una escursione naturalistico letteraria tra i vigneti a fasce terrazzate Patrimonio Unesco.
Il Parco Nazionale delle Cinque Terre con il Parco Letterario Eugenio Montale e delle Cinque Terre
Vi invitano a partecipare a un originale percorso naturalistico letterario alla scoperta del paesaggio terrazzato delle Cinque Terre, tra versi poetici e conoscenza della natura
I vendemmiati clivi di Manarola
Escursione naturalistica letteraria nel tesoro paesaggistico delle Cinque Terre: i vigneti a fasce terrazzate (Patrimonio Unesco). 
Sabato 21 settembre 2019 dalle 14:30 alle 18:00 circa.

Con Carlo Torricelli, naturalista, e Cristina Currarini, letterata, percorreremo i luoghi di liriche, romanzi e racconti legati alla nostra terra e la sua coltivazione con approfondimenti naturalistici su fauna e flora locale.
Un racconto itinerante lungo alcuni dei sentieri più suggestivi al mondo tra i terrazzamenti dichiarati Patrimonio dell'Umanità.

Agricoltura, paesaggio e cucina letteraria
Le attività storiche delle Cinque Terre erano l'agricoltura, che ha disegnato il famoso paesaggio a fasce terrazzate perlopiù attraverso la secolare coltivazione della vite, e la pesca. Non c'era cantina delle Cinque Terre nella quale non venivano conservate decine di arbanelle di acciughe e l'odore di vino e di pesce si fondevano in una storica simbiosi.
Suggestioni descritte anche dal pittore Renato Birolli dell'agosto del 1955: "dalle vigne geometriche scenderà tra poco l'uva; dal mare sale sempre il pesce. E chi va a pesce è il medesimo che sale alle vigne."
La produzione vitivinicola e le ricette legate alla filiera agroalimentare locale sono testimonianza delle tradizioni millenarie delle Cinque Terre ma anche il mezzo più evidente per la tutela e conservazione di un territorio meraviglioso ma estremamente fragile.

Del prezioso passito Sciacchetrà,  Eugenio Montale scrisse "il tipo classico, bevuto sul posto, autentico, al cento per cento, supera di gran lunga quel farmaceutico vino di Porto". Un vino amato da poeti e letterati. Ne parlarono Plinio, Boccaccio e Petrarca. Giosuè Carducci lo descrisse come "l'essenza di tutte le ebbrezze dionisiache", Giovanni Pascoli ne richiese l'invio di poche bottiglie "in nome della letteratura italiana", Gabriele d'Annunzio lo riteneva "profondamente sensuale".

Durata: 3 ore e 30 circa
Difficoltà: turistico ma con salita e fondo acciottolato, si consigliano calzature idonee
Luogo di ritrovo: di fronte punto Info Point Parco, Stazione di Manarola. Trasferimento in bus fino a Volastra da cui parte il sentiero n. 586 e a seguire il n.587.
Partecipazione
La partecipazione ai percorsi è gratuita, su prenotazione (max 25 partecipanti),  per i possessori della Cinque Terre Card, che consente la fruizione dei servizi turistici e di trasporto nel territorio del Parco.
Info Email: comunicazione@parconazionale5terre.it
Info line: 3468299811
Altre info sul sito del Parco Nazionale delle Cinque Terre : Parco Letterario® Eugenio Montale e delle Cinque Terre


I vendemmiati clivi di Manarola nel Parco Montale e delle Cinque Terre - Foto 1I vendemmiati clivi di Manarola nel Parco Montale e delle Cinque Terre - Foto 2I vendemmiati clivi di Manarola nel Parco Montale e delle Cinque Terre - Foto 3I vendemmiati clivi di Manarola nel Parco Montale e delle Cinque Terre - Foto 4I vendemmiati clivi di Manarola nel Parco Montale e delle Cinque Terre - Foto 5
Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®