Torna agli Eventi

Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard a Ferramonti di Tarsia (Cs)

22 Agosto 2020

22 agosto - 9 settembre Il Comune di Tarsia, Museo Internazionale della Memoria, le Riserve del Crati e il Parco Letterario Ernst Bernhard Vi invitano a partecipare alla rassegna Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard
 Il Comune di Tarsiale Riserve del naturali del Lago di Tarsia e della Foce del fiume Crati e il Parco Letterario Ernst Bernhard Vi invitano a partecipare alla rassegna 

Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard 
22 agosto - 9 settembre 
A cura del Museo Internazionale della Memoria ex Campo di internamento Ferramonti di Tarsia (CS)

22 gosto 2020 - ore 18 
Inaugurazione sala espositiva Michel Fingesten
, a cura di Teresina Ciliberti

6 Settembre 2020 ore 18 
Giornata Europea della Cultura Ebraica
a cura di Roque Pugliese, Consigliere e Referente della Comunita Ebraica di Napoli

9 settembre 2020 ore 18 
Un concerto per Ferramonti
, Salvatore De Paola Compositore e socio della Società Dante Alighieri comitato di Cosenza, Daniele De Paola Pianista

14 Settembre 2020 ore 18
Inaugurazione Mostra "Bruno Canova 1943". A cura di Alessandra Carelli

19 e 20 settembre 2020 ore 18
Luoghi, Memoria, Letteratura - Presentazione delle ultime novità edizioni Brenner
: Turi LosardoL’abbraccio del mirto; Franco Galiano - I borghi del cedro tra il Pollino e la Riviera

Il Parco Letterario Ernst Bernhard
Ernst Bernhard (Berlino, 1896 – Roma, 1965) fu pioniere del pensiero junghiano. Intorno al gruppo dei suoi pazienti e allievi, “quasi una scuola pitagorica”, gravitarono personaggi della cultura italiana da Natalia Ginzburg a Bobi Bazlen, da Federico Fellini a Giorgio Manganelli, Olivetti, Rosselli. Tra il 1940 ed il 1941 fu imprigionato come “straniero nemico” nel campo di internamento di Ferramonti di Tarsia (Cs), il più grande campo italiano istituito per persone di religione ebraica non italiane e deportati politici.

Dopo il 1945, delle 92 baracche si conservò poco e con loro rischiava di scomparire anche la memoria delle persone che furono costrette a soggiornarvi. Il Campo di Ferramonti fu l'unico esempio di un vero campo di concentramento costruito dal governo fascista a seguito delle leggi razziali e rappresenta storicamente il più grande campo di internamento italiano. 

Il Campo di Ferrramonti, oggi al centro del Parco Letterario con il Museo Internazionale della Memoria,  è adiacente alle Riserve naturali del Lago di Tarsia e della Foce del fiume Crati che coincidono con due importanti aree umide poste lungo il corso del fiume Crati: il Lago di Tarsia, grande invaso a monte della diga delle Strette di Tarsia, ricadente nel territorio dei comuni di Tarsia e di Santa Sofia d'Epiro, e la Foce del fiume Crati, ricadente nel territorio dei comuni di Corigliano Calabro e di Cassano allo Ionio (tra le frazioni Thurio e Laghi di Sibari). L’estensione delle due aree è nell’insieme di circa 600 ettari e la loro gestione è attribuita ad Amici della Terra Italia.


foto: Maria Grazia Grispino, Museo della Memoria di Ferramonti e Luigi Bosso

Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard a Ferramonti di Tarsia (Cs) - Foto 1Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard a Ferramonti di Tarsia (Cs) - Foto 2Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard a Ferramonti di Tarsia (Cs) - Foto 3Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard a Ferramonti di Tarsia (Cs) - Foto 4Estate nel Parco Letterario Ernst Bernhard a Ferramonti di Tarsia (Cs) - Foto 5
Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®