Home Mission Parchi Viaggi Eventi Multimedia Contatti
Il Magazine I Numeri Catgorie Almanacco Contatti
Menu
Categorie
IntervisteLibri ApertiLifestyleAmbiente e TerritorioPaesaggi SonoriCucina LetterariaStorie in CamminoA passeggio nel mondo

Heritage: per una governance del patrimonio

18 Marzo 2021
Heritage: per una governance del patrimonio
Il programma sul Master in Management dei Beni Culturali e dei luoghi di valenza turistica del Consorzio Universitario Humanitas e l’Università LUMSA. Abbiamo intervistato il Direttore Rocco Pezzimenti e il Coordinatore Didattico Gennnaro Colangelo

E’ stato diffuso il programma sul Master in Management dei Beni Culturali e dei luoghi di valenza turistica, che il Consorzio Universitario Humanitas di Roma e l’Università LUMSA, attraverso il suo Dipartimento GEPLI, propongono all’attenzione degli operatori culturali, degli studenti e degli enti pubblici, privati, istituzionali e territoriali. Oltre a proporre in questo numero della nostra rivista il programma completo del Corso, abbiamo intervistato il Direttore Rocco Pezzimenti e il Coordinatore Didattico Gennaro Colangelo per capire meglio gli interessanti spunti di novità del Master.

Rocco Pezzimenti- Gennaro Colangelo
Nell’offerta dell’alta formazione che caratterizza la tradizione etica di LUMSA e Humanitas, permane l’attenzione costante non solo agli allievi ma anche ai territori su cui le loro attività creative e di ricerca andranno a calarsi. Negli ultimi anni sia l’Ateneo che il Consorzio fondato in partnership con enti prestigiosi, si è caratterizzato per l’attivazione di corsi specifici presso aree importanti del Paese. Fin dagli anni di Rettorato del Prof. Giuseppe Dalla Torre, che qui intendiamo ricordare dopo la sua recente scomparsa, come giurista attento ai beni culturali, e poi recentemente col suo successore Prof. Francesco Bonini, la collaborazione con i progetti proposti dalla Presidente del Consorzio Prof.ssa Carmela Di Agresti e dal suo Direttore Dott. Antonio Attianese, ha consentito di delocalizzare molte attività dei Master a Crotone, Gubbio, Volterra e altri centri che hanno ospitato docenti e studenti insieme a esperti che hanno sviluppato lectiones magistrales aperte alle istanze del territorio, nonché attività mirate a sviluppare project work di interesse glocal.
I partners di questo Master sono fortemente rappresentativi e hanno già dato disponibilità a ospitare la comunità accademica in alcuni weekend full immersion in cui è opportuno rinsaldare il contatto in presenza accanto alle ore di studio individuale e di formazione a distanza. 

D-Forse per la prima volta, a nostra memoria, viene sviluppata molta attenzione alla fiscalità di vantaggio.
Rocco Pezzimenti- Gennaro Colangelo
Effettivamente dobbiamo tutti insieme promuovere un diverso approccio ad alcune problematiche: la crisi fiscale dello Stato, di cui gli economisti parlano da qualche decennio dopo l’esplodere della spesa pubblica in Occidente, passa attraverso il riconoscimento che esistono nuove e rilevanti normative che consentono di defiscalizzare tutto quanto vada a beneficio degli investimenti in cultura, sia per quanto riguarda i contenitori che i contenuti.
I nostri studenti non sono tutti destinati a lavorare nei musei, nei teatri, nella gestione di rassegne e manifestazioni, ma anche presso associazioni e fondazioni che andranno a confluire nel RUNTS, il nuovo registro unico del terzo settore che accomunerà tutte le imprese provenienti dal settore non profit, e devono portare competenze nuove in materia di fundraising e crowdfunding. 

D-Un altro ambito molto sviluppato nel percorso formativo è quello della Diplomazia Culturale
Rocco Pezzimenti- Gennaro Colangelo
I nostri docenti del Dipartimento GEPLI diretto dal Prof.Claudio Giannotti, affiancati da esperti certificati di Progettazione Europea, spiegheranno le procedure di accesso ai fondi diretti che consentono di costruire networks creativi attraverso l’Unione Europea, nel solco del prestigio artistico dell’Italia, che oggi si trasforma in un elemento vincente della leadership nelle relazioni internazionali. 

D-Un’ultima domanda, che ci sta particolarmente a cuore: come possiamo rafforzare la partnership fra l’organizzazione del Master e I Parchi Letterari?
Rocco Pezzimenti- Gennaro Colangelo
Dalla vostra bella rivista online ci attendiamo un costante interscambio di scoperte, informazioni e riflessioni sugli enti locali, che oggi attraverso di voi hanno a disposizione un osservatorio ricco di strumenti nuovi di intervento.
Dall’Associazione I PARCHI LETTERARI, la conferma di uno spirito di collaborazione che da vari anni ci lega al Presidente Stanislao de Marsanich, che abbiamo fortemente voluto nel nostro Comitato Scientifico per le sue competenze e che sarà docente molto amato dagli studenti per le capacità divulgative sulle opportunità che l’associazionismo e la coesione sociale sui territori possono offrire ai giovani.
A tutti i Presidenti dei Parchi Letterari italiani, che rappresentano un monitoraggio pressoché totale del Paese e delle sue aspettative, va il nostro saluto e la promessa che i giovani da essi segnalati avranno diritto a tutte le più vantaggiose forme di iscrizione e attenzione che grazie agli sponsor potremo offrire loro.


                  

Master in Heritage: management dei beni culturali e dei luoghi di valenza turistica
Torna indietro
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®