Home Mission Parchi Viaggi Eventi Multimedia Contatti
Il Magazine I Numeri Catgorie Almanacco Contatti
Menu
Categorie
IntervisteLibri ApertiLifestyleAmbiente e TerritorioPaesaggi SonoriCucina LetterariaStorie in CamminoA passeggio nel mondo

Viaggio nel Patrimonio Culturale Lucano con le Pro Loco e i Parchi letterari

20 Aprile 2021
Viaggio nel Patrimonio Culturale Lucano con le Pro Loco e i Parchi letterari
Sono oltre centodieci le Associazioni Pro Loco attive su tutto il territorio della Basilicata. Una realtà che rappresenta la più grande rete di promozione sociale, turistica e culturale della Regione.

  Gli ultimi anni caratterizzati negativamente dalla pandemia mondiale a causa della diffusione del Covid – 19 non hanno fermato l’attività di promozione turistica – culturale delle Pro Loco coordinate in Basilicata dal Comitato regionale Pro Loco Unpli Basilicata, che sono stato chiamato a guidare per un secondo mandato. Sulla scia del programma di attività inaugurato nel 2016, continuiamo l’investimento economico, con il sostegno della Regione e dell’Apt Basilicata, nella pubblicazione di singoli volumi legati ai report finali dei rispettivi progetti di Servizio Civile che coinvolgono attivamente ogni anno nelle nostre sedi Pro Loco centinaia di giovani lucani appassionati di storia e tradizioni lucane.
 L’ultima pubblicazione realizzata con i giovani Operatori Volontari delle 41 sedi Pro Loco di Servizio Civile Universale dal titolo “Viaggio nel Patrimonio Culturale Lucano”, edita dalla tipografia Zaccara di Lagonegro, contenuta in un pregevole cofanetto con due volumi divisi per ambiti turistici territoriali. La presente pubblicazione che sta riscuotendo particolare interesse, contiene pillole storiografiche dei borghi lucani, in 640 pagine con più di 120 foto, alcune delle quali di Wikimedia Commons grazie alla collaborazione con Wiki Loves Basilicata, notizie sui beni monumentali, sulle tradizioni, sulle ricette tipiche e proverbi in dialetto locale. 

Consapevoli dell’alto valore divulgativo e promozionale, intendiamo continuare tale attività di pubblicazione libraria, caratterizzata al momento da una collana composta dalle seguenti pubblicazioni: “Basilicata le Vie del Sacro”, “Basilicata: una bella scoperta”, “Memoria Storica di Basilicata”, “Basilicata Terra Ribelle: il Brigantaggio Lucano”, “Storia e Tradizioni della Lucania” e “Dalle Dolomiti lucane ai Calanchi – Ambiente e Cultura della Lucania”, a cui si aggiungono altri due volumi che abbiamo patrocinato e sostenuto “Basilicata: Guida agli oggetti della Tradizione” e “Basilicata 131 Volume fotografico”, unitamente alla realizzazione del libro/domande sui borghi lucani abbinato al “Lucanum Gioco con le Pro Loco della Basilicata”. 

Quest’anno ricorrono i trentacinque anni dalla costituzione del primo comitato provvisorio regionale Pro Loco Unpli Basilicata e stiamo lavorando ad una pubblicazione celebrativa che ne testimoni gli accadimenti più significati, onorando la memoria dei primi Presidenti Bruno Mario Albano di Pignola e Antonio D’Elicio di Montescaglioso, i quali con grande passione, responsabilità, tenacia e lungimiranza hanno investito parte della loro vita per la crescita delle Pro Loco lucane.

Una realtà che in Basilicata rappresenta la più grande rete di promozione sociale, turistica e culturale, con oltre centodieci Associazioni Pro Loco attive su tutto il territorio regionale, di cui orgogliosamente alcune sono parte integrante dei Parchi Letterari di: Isabella Morra di Valsinni, Carlo Levi di Aliano, Albino Pierro di Tursi e Francesco Mario Pagano di Brienza tra gli ultimi Parchi Letterari costituiti in Basilicata, insieme a quelli di Federico II di Melfi e Francesco Lomonaco di Montalbano Jonico

La positiva sinergia tra Pro Loco e Parchi Letterari rappresenta un elemento caratterizzante dell’attività di salvaguardia e promozione del patrimonio culturale lucano che auspichiamo si rafforzi nel tempo, grazie al pregevole lavoro portato avanti dall’organismo nazionale “Parchi Letterari” presieduto da Stanislao de Marsanich con il quale sovente e piacevolmente ci interfacciamo, condividendo analisi e prospettive territoriali, consapevoli delle innumerevoli potenzialità ancora parzialmente espresse dalle risorse culturali lucane. 

Grazie a Matera, con i Sassi e il parco delle chiese rupestri già Patrimonio Unesco, Capitale Europea della Cultura nel 2019 è cresciuta positivamente l’attenzione mondiale e nazionale sulla nostra piccola regione e i suoi territori, così come dimostrano anche i positivi dati turistici degli ultimi anni (pre Covid – 19), che vedono le importanti conferme per le mete balneari di Maratea e della Costa del Metapontino, del Potentino, del Vulture Melfese Alto Bradano, della Val D’Agri Lagonegrese, delle Dolomiti Lucane e del Pollino, quest’ultimo inserito nel 2015 tra i siti patrimonio Unesco da tutelare.

Proprio in alcune aree del territorio lucano, in particolare le aree interne e i luoghi ricadenti nei Parchi ambientali regionali e nazionali i margini di crescita sono molto entusiasmanti quasi a confermare una naturale strategia turistica incentrata su natura, cultura e turismo, quali punti di forza per un’economia sostenibile di una terra che ha un patrimonio culturale, storico, naturalistico, materiale e immateriale, dal grande valore economico. 

Lo scorso anno dopo la lunga chiusura forzata per la pandemia sanitaria, interessante è stata la presenza in molti borghi lucani e riserve naturali protette, di turisti locali, appassionati e visitatori, desiderosi di concedersi momenti di svago e conoscenza territoriale, che verosimilmente avverrà anche la prossima estate se come auspichiamo vivamente la campagna vaccinale procede spedita e avvengono le aperture in sicurezza annunciate dal Governo centrale, a cui bisognerà farsi trovare pronti per offrire un’adeguata attività di accoglienza ed informazione turistica. 

Vi aspettiamo in Basilicata per vivere un viaggio nel patrimonio culturale lucano con le Pro Loco e i Parchi Letterari

Rocco Franciosa, Presidente Pro Loco Unpli Basilicata


 

Torna indietro

Potrebbe interessarti anche

Paesaggi sublimi nella fiaba. Le foreste tra smarrimento e stupore

Il contatto con la natura e la sua forza benefica e primordiale, spesso provoca un cambiamento che si colora di stupore, che consente di sconfiggere il terrore atavico originariamente provato nell’isolamento del bosco.

Leonardo, la mandragora e la foglia di salvia

Leonardo ha legato anche il suo nome ad un’attentissima osservazione della Natura. Non deve quindi stupire se numerose delle sue annotazioni raccolte nel “Trattato della Pittura”, riguardino anche il capitolo “Degli alberi e verdure”

Scala dei Turchi. Un libro ancora non scritto

Per capire la Scala dei Turchi bisognerebbe magari aver letto qualcosa, per esempio un libro di Camilleri, di Pirandello o di Sciascia, gli scrittori nati qui, insomma e che di questi luoghi parlano.

Noi e l'albero: un incontro vitale

C'è una grande ricchezza e complessità nella relazione tra umani ed elementi naturali dell’ambiente,che entrano in risonanza con qualcosa di molto profondo e radicato nel nostro “paesaggio” interiore e nella nostra cultura. Di Valentina Ivancich

Mille primavere: di alberi, confini e umanità

Pizzoli ospitò Leone e Natalia Ginzburg nei giorni del loro confino il cui diario fu raccolto da Natalia in “Inverno in Abruzzo”. Un meraviglioso sguardo su un mondo antico con gli occhi di oggi e all'ombra di due monumenti della natura

Parole in viaggio, in camper alla scoperta delle meraviglie dei Parchi Letterari

Protocollo d’intesa, prima esperienza in Italia, siglato con la storica Confedercampeggio. Tra gli obiettivi incentivare il turismo itinerante e sostenibile nelle aree interne dei Parchi Letterari
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®