Home Mission Parchi Viaggi Eventi Multimedia Contatti
Il Magazine I Numeri Catgorie Almanacco Contatti
Menu
Categorie
IntervisteLibri ApertiLifestyleAmbiente e TerritorioPaesaggi SonoriCucina LetterariaStorie in CamminoA passeggio nel mondo

Lockdown Universe

20 Ottobre 2021
Lockdown Universe
Nell’Universo di Lockdown non si può uscire dalla propria abitazione se non per provata necessità. Una grande calamità affligge l’intero pianeta e il popolo di Lockdown ha imparato a muoversi esclusivamente lungo frequenze di una rete immateriale

Nell’Universo di Lockdown non si può uscire dalla propria abitazione, se non per stretta e comprovata necessità. Una grande calamità, infatti, affligge l’intero pianeta e il popolo di Lockdown ha imparato a muoversi esclusivamente lungo frequenze di una rete immateriale.
In questo universo, lontano e distopico, il signor Leone ha prenotato un appuntamento virtuale con la migliore agenzia di viaggi.
“Buongiorno Signor Leone, grazie per aver scelto la nostra agenzia. Desidera riservare un viaggio solo andata o andata e ritorno?” chiede suadente un agente.
 “Beh, direi andata e ritorno”, risponde un po’ alla sprovvista Leone.
“Peccato, dobbiamo scartare perciò tutti i pacchetti “Viaggio dell’eroe”.
“Viaggio dell’eroe?”
“Sì, un viaggio epico, in cui chi è protagonista desidera solamente tornare alla propria dimora, ma non ci riesce mai e affronta mille peripezie”.
“In realtà, io vorrei allontanarmi da casa… possibilmente”, chiarisce Leone.
“E preferisce un viaggio-natura o un viaggio-città?” incalza l’agente e prosegue: “nel viaggio-natura ad esempio, tramite la realtà aumentata 3D si potrà immedesimare in un corso d’acqua, scoprendo così il territorio in prima persona. L’esperienza può essere può o meno dinamica scegliendo le opzioni cascata o pozzanghera”.
“Capisco. Mi sembra un po’ impegnativo. Invece il viaggio-città?”
“Non ci si sposta mai dal cemento e dall’asfalto. Mi spiego meglio: può anche muoversi di città in città, ma senza passare da un paesaggio luminoso, da un fitto bosco, dal mare increspato. Solo ed esclusivamente città”.
“Capisco” ripete Leone, cercando di sembrare convincente “questo invece mi sembra un po’ limitante. Non si potrebbe combinare città e natura?”
“Certamente, caro signore, è quello che consiglio sempre anche io. Tuttavia, tenga conto che saliamo un po’ di prezzo”.
“Ossia?”
“Diciamo, siamo attorno alle 54 scelte”.
“54 scelte?! Ma sono troppe! Trascorsi ormai 365 giorni dentro casa non ho più gettoniscelta nel mio portafogli”.
“Ad essere onesti, andrebbe aggiunto il costo relativo alla modalità di viaggio che desidera effettuare…”
“Intende la scelta tra treno e aereo?”
L’agente trattiene falsamente una risatina: “Ma no, caro signore, ovviamente si viaggia da remoto, in modalità virtuale! Intendo scelta tra viaggio-relax, viaggio-avventura, viaggio in compagnia, viaggio in solitaria…Diciamo che, alla fine, un viaggio senza strafare, ma decoroso, le verrebbe attorno alle 538 scelte. In seconda classe è chiaro, 649 in prima.
Leone è davvero frastornato. Percepisce il sentore di un ricordo di libertà, il calore del suo corpo sdraiato nel sole, la stanchezza delle sue membra dopo un lungo camminare...
“Consideri che ogni 50 scelte lei accumula un punto esperienza, che le permetterà di prenotare il prossimo viaggio più velocemente. Oppure può sempre accontentarsi del non viaggio: 1 scelta e rimarrà a casa”.
“Ma scusi, ma devo pagare anche per questo?”
“Signor Leone, lei è qui perché è stato selezionato dai nostri procacciatori d’affari…lei è qui perché vuole acquistare un viaggio”.
“Veramente io sono qui perché ho visto una vostra pubblicità, di sfuggita…”
“Esatto! Lei è stato selezionato! Non si preoccupi, se non sa più scegliere le basterà inserire alcuni dati personali nel nostro database e saremo direttamente noi a trovare il viaggio perfetto per lei. Lei non dovrà più far nulla, solo accendere lo schermo e partire”.
Quelle parole riecheggiano nella mente di Leone. Accendere lo schermo, accedere lo schermo. Accendere-spegnere. Spegnere lo schermo. Spegnere tutto. E uscire

Giulia Stoppani



Si è svolta giovedì 30 settembre la finale della prima edizione di FuoriScritto, presso la Terrazza del Gianicolo di Roma. Ospiti speciali il cantautore Claudio Cirillo che ha aperto la serata con quattro suoi brani originali, e l’attore Josafat Vagni, che ha commosso il pubblico con una intensa lettura della poesia “Home” di Warsan Shire

La giuria, composta dal presidente dei Parchi Letterari Stanislao de Marsanich e la poetessa Ginevra Sanfelice Lilli, ha decretato vincitore il testo di Giulia StoppaniLockdown Universe”.

 FuoriScritto è un appuntamento per autori o aspiranti tali che vogliono dare voce personalmente alle proprie parole scritte. Pensato come un momento di esordio per gli scrittori, si struttura come un contest, con cadenza mensile. Per ogni incontro, 6 autori selezionati hanno a disposizione 4 minuti ciascuno per leggere una parte dei loro manoscritti davanti ad un pubblico di lettori, di appassionati e di addetti al settore. Per gli scrittori il tema e lo stile sono liberi. Il pubblico può esprimere la propria preferenza sui testi ascoltati e l’autore-lettore più votato ha la possibilità di continuare la sua lettura con ulteriori 4 minuti. A fare da cornice alle letture, al fine di promuovere anche la scrittura in ambito musicale, FuoriScritto in ogni appuntamento ospita ad esibirsi un diverso cantautore della scena italiana. 

 www.facebook.com/FuoriScritto

www.instagram.com/_fuoriscritto_/

Grafica di Giulia D'Andrea


Torna indietro

Potrebbe interessarti anche

Heritocide nella regione del Tigray in Etiopia

Quali danni ha subito il Patrimonio Culturale del Tigray, in Etiopia, a causa della guerra che dal 4 novembre ha visto opporsi gli eserciti Etiope ed Eritreo nel Tigray?

Le spiagge di Omero. L’eterna ispirazione del paesaggio mediterraneo

Se alla chiesetta solitaria si sostituisce un solitario tempietto, è facile immaginare il paesaggio che accoglie Ulisse quando per riposare approda in questo o quel lido, al termine di una dura navigazione durante il lungo ritorno alla sua Itaca

Gerusalemme, tra mito e realtà

Ci sono luoghi e luoghi come ci sono città e città. Gerusalemme è stata e continua a essere un posto pieno di ardore e di fascino ed è una tappa obbligata per chiunque abbia interesse per la storia e la cultura e naturalmente per la religione.

Viaggi Interstellari

Se il racconto del viaggio è l’essenza del viaggio stesso, quando scrutiamo il cielo, è come se viaggiassimo tramite l’ascolto di racconti cosmici da cui apprendiamo l’esistenza di mondi lontani e sconosciuti.

Riflessioni casuali alla vigilia della Giornata mondiale del libro

Strano stabilire un giorno, allo stesso modo di una festa nazionale o religiosa, per celebrare i libri. Oh mamma mia ho pensato, come se l'amore e il rispetto per i libri potessero essere esaltati solo durante un giorno solare!

I Parchi letterari nei multi-versi del linguaggio algoritmico

Entravamo e uscivamo dallo schermo. Ad un certo punto non abbiamo trovato più l’uscita, siamo rimasti imprigionati all’interno di un mondo–immagine, riflesso nelle mappe di Google Earth, dei servizi online di banche, sanità, e ora della scuola
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®