Home Mission Parchi Viaggi Eventi Almanacco Multimedia Contatti
Torna ai Video

Galtellì e i luoghi di ispirazione di Grazia Deledda

Video. Il romanzo che più di tutti ha contribuito all'assegnazione a Grazia Deledda (1871-1936)del premio Nobel, sembra rivivere negli scorci dell’antica Galte, nei suoi colori, nei siti religiosi e archeologici e nelle suggestioni dei panorami

25 Agosto 2021

…ecco ad un tratto la valle aprirsi e sulla cima a picco d’una collina simile ad un enorme cumulo di ruderi, apparire le rovine del castello…l’occhio stesso del passato guarda il panorama melanconico, roseo di sole nascente, la pianura ondulata con le macchie grigie delle sabbie e le macchie giallognole dei giuncheti, la vena verdastra del fiume, i paesetti bianchi col campanile in mezzo come il pistillo nel fiore…

Canne al vento


Il romanzo che più di tutti ha contribuito all'assegnazione a Grazia Deledda (1871-1936) del premio Nobel nel 1926, sembra rivivere negli scorci dell’antica Galte, nei suoi colori, nei siti archeologici e nelle suggestioni dei panorami del Monte Tuttavista e del Golfo di Orosei.

Un percorso che non dimentica i sapori narrati nelle numerose ricette della scrittrice sarda che ritroviamo nelle locande e nei locali di Galtellì, preparate ancora oggi con i prodotti della filiera agroalimentare del territorio. "...Anche Don Predu andava laggiù. Dalla sua bisaccia a fiorami usciva l'odore del gattò che portava in regalo al rettore suo amico ......infine bevette: era un vino dolce e profumato come l'ambra e a berlo così, dalla bocca stretta della zucca, dava quasi un senso di voluttà …"

Una semplice passeggiata finisce col trasformarsi in una caccia ai tanti tesori di un paese incantato ricco di antiche case restaurate e aperte ai visitatori che vi riscoprono i verdi cortili e i tanti oggetti di uso quotidiano, testimonianze ancora vive nella memoria.

Tra la Basilica pisana di San Pietro e la Chiesa del SS Crocifisso, la casa delle dame Pintor, l’orto di Efix e gli eleganti palazzetti di quella nobiltà rurale decaduta ispiratrice della Deledda, a Galtellì accade ancora spesso di imbattersi in esibizioni quasi spontanee de’ Sos Tenores - Canto a Tenore -, un’arte senza tempo riconosciuta dall’Unesco “Patrimonio immateriale dell'Umanità”.



Torna ai Video
Creazione Siti WebDimension®