Paesaggio Culturale Italiano

Paesaggio Culturale Italiano - Società Dante Alighieri

paesaggio culturale italiani

Paesaggio Culturale Italiano Srl nasce nell'Estate 2009 con l'obiettivo di organizzare una rete nazionale, ed internazionale, costituita da elementi di interesse turistico e luoghi che, per importanza sul piano storico-testimoniale, architettonico e di richiamo dell'identità anche sotto il profilo economico e sociale, si prestino a svolgere un ruolo di primo piano anche come meta di viaggio nell'ambito delle politiche di turismo responsabile e sviluppo sostenibile.

L'idea è quella di creare un'offerta turistica e culturale di riferimento con l'obiettivo di legare il turismo a dei parametri di qualità e sostenibilità in coerenza con il Piano di azione per il turismo sostenibile elaborato a Johannesburg nel 2002, con la Convenzione Europea del Paesaggio e con le Convenzioni Unesco finalizzate alla salvaguardia, alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio culturale (materiale e immateriale), naturale e delle espressioni della diversità culturale.

Il fine è quello di associare gli elementi di eccellenza presenti sul territorio (culturali, produttivi e ambientali) ad una rete coordinata e funzionale finalizzata alla tutela ed alla fruizione corretta del paesaggio culturale (urbano, rurale, produttivo, patrimonio immateriale), come pure alla conservazione e valorizzazione delle identità culturali e produttive locali.

E' nostra intenzione offrire l'opportunità di fare parte di una rete oltre che locale, nazionale, che abbia i requisiti qualitativi essenziali per essere offerta in modo organizzato anche sui mercati internazionali.

In questo contesto, oltre alla sensibilità personale, è quindi fondamentale considerare anche il punto di vista imprenditoriale per cui il territorio è una fonte economica non rinnovabile e quindi da proteggere. Un esempio quindi di sviluppo sostenibile che coinvolga ed leghi le realtà produttive e culturali attraverso la promozione e l'esperienza turistica.

Un approccio che integri il turismo culturale alla conservazione dei beni culturali e dell'ambiente, mettendo in risalto la stretta relazione fra sviluppo turistico, crescita economica e conservazione del patrimonio culturale ed ambientale, è essenziale per la promozione di forme di turismo responsabile.

In questo ambito si inseriscono perfettamente I Parchi Letterari® dal momento che il turismo culturale guarda con attenzione anche al Patrimonio Immateriale attraverso la promozione di manifestazioni finalizzate alla valorizzazione della letteratura orale e scritta, delle cerimonie, delle tradizioni imprenditoriali, artigianali ed enogastronomiche.

La salvaguardia e alla valorizzazione dei luoghi dell'ispirazione letteraria nati dall'idea e dall'opera di Stanislao Nievo, sono elementi di grande importanza per promuovere nel territorio nazionale e internazionale la conoscenza del nostro paesaggio culturale nel suo complesso, facendone allo stesso tempo un motore economico.
Sono i luoghi stessi che comunicano le medesime sensazioni che hanno ispirato tanti autori per le loro opere e che i Parchi intendono fare rivivere al visitatore elaborando interventi che ricordano l'autore, la sua ispirazione e la sua creatività, attraverso la valorizzazione dell'ambiente, della storia e delle tradizioni di chi quel luogo abita.

Un metodo di interpretazione dello spazio che consente di reinterpretare il territorio e di dare un significato ai luoghi in un equilibrato connubio tra paesaggio, patrimonio culturale e attività economiche.

Il lettore diventa visitatore e dispone così di una chiave di lettura che stimola la visita di località altrimenti considerate solo per il loro panorama, e partecipa alla loro salvaguardia.
Per questi motivi I Parchi Letterari® sono fatti di accoglienza, di visite guidate, di eventi spettacolarizzati, e prevedano la possibilità di coinvolgere anche le realtà imprenditoriali identificative dall'enogastronomia all'artigianato.

La letteratura diventa anche un mezzo per contribuire a tutelare l'ambiente inteso come luogo dell'ispirazione; un metodo originale che attraverso gli autori interpreta i luoghi come insieme di risorse ambientali,sociali, storiche, artistiche e di tradizioni. Uno strumento di sviluppo sostenibile che gratifichi il territorio e distribuisca benefici socio-economici attraverso un indotto diversificato.

I Principi lungo i quali ci muoviamo sono:

Cooperazione
Con la realizzazione di partnership sul territorio di riferimento

Adattamento al territorio
Attraverso il bilanciamento delle necessità dei residenti e dei visitatori

Esperienza e Paesaggio Vivente
Il visitatore non vuole sapere solo nomi e date, ma interpretare il territorio e farne parte. E' importante quindi che la promozione e la realtà visitata lo coinvolgano attraverso tutti e cinque i sensi.

Qualità ed Autenticità
La qualità dei servizi è un ingrediente essenziale per introdurre alla storia, alla cultura ed al paesaggio di un territorio. Ciò che il visitatore vuole scoprire o riscoprire è il perché quel territorio debba essere considerato unico rispetto a tanti altri nel mondo e perché valga la pena andarlo non solo visitare, ma rivivere.

Salvaguardia e Protezione
Le risorse culturali, storiche e naturali di una comunità sono uniche e insostituibili. Se il Paesaggio Culturale è al centro dei piani per sviluppare il turismo, è essenziale che sia protetto attraverso una politica condivisa di recupero e tutela.
Allo stesso modo, sono importanti la riscoperta e la valorizzazione delle tradizioni locali che del territorio raccontano la storia e restituiscono alla popolazione la propria identità culturale.

Stanislao de Marsanich
Presidente de I Parchi Letterari®

I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®