Home Mission Parchi Viaggi Eventi Multimedia Contatti
Il Magazine I Numeri Catgorie Almanacco Contatti
Menu
Categorie
IntervisteLibri ApertiLifestyleAmbiente e TerritorioPaesaggi SonoriCucina LetterariaStorie in CamminoA passeggio nel mondo

Dante 2021 a Palazzo Ducale e nel Parco Letterario Virgilio

06 Gennaio 2021
Dante 2021 a Palazzo Ducale e nel Parco Letterario Virgilio
Stefano Mangoni, Referente del Parco Letterario Virgilio, ci racconta i due progetti selezionati nell’ambito delle manifestazioni legate ai 700 anni della morte di Dante

Nell’ambito delle manifestazioni legate ai 700 anni della morte di Dante promosso dal MiBACT per il 2021 sono stati selezionati due progetti nell’ambito della Provincia di Mantova. Il primo progetto, promosso da Palazzo Ducale di Mantova e presentato dal Direttore Stefano L’Occaso, riguarda una mostra dal titolo “Dante e la cultura del Trecento a Mantova” che sarà aperta dal 18 marzo al 20 giugno 2021. 

La mostra esplorerà sia l’arte a Mantova ai primi del Trecento che la fortuna mantovana di Dante, incluso l’incunabolo del 1472, tra i vari pezzi saranno anche esposte pitture e sculture trecentesche nell’appartamento di Guastalla. L’arte della stampa, nata da poco, era ancora “in cuna”, nella cultura, quando nel 1472 i fratelli tedeschi Giorgio e Paolo Puzbach stamparono a Mantova la Commedia di Dante

Il legame tra Dante e Mantova è molto stretto, a cominciare dalla mitica fondazione della città, nel ventesimo canto dell’Inferno. C’è poi la conferenza Questio de aqua et terra (sul rapporto fra il mare e le terre emerse) tenuta a Verona il 20 gennaio 1320, in cui Dante dice di essere stato a Mantova (probabilmente nell’autunno o nell’inverno del 1319, quando la città era governata dal capitano del popolo Rinaldo Bonacolsi detto Passerino). Il dubbio se Dante sia stato davvero a Mantova nasce dal fatto che il testo della conferenza fu pubblicato a Venezia solo nel 1508. Tra il 1320 e il 1508 cosa accadde al manoscritto della “Questio”? Per errore la parola Verona venne sostituita con Mantova. Sembra questa tuttavia un’ipotesi infondata, considerata l’eccellenza del curatore dell’opera:  Giovanni Benedetto Moncetto, agostiniano, teologo, filosofo, astronomo, rettore delle università di Padova e di Perugia nonché vicario generale dell’ordine agostiniano in Francia. La conferenza fu tenuta a Verona, ma nulla vieta che la disputa scientifica su acqua e terra fosse nata a Mantova pochi mesi prima. 

Il secondo progetto che ha ottenuto il patrocinio del Comitato per la celebrazione dei 700 anni ha come titolo “Virgilio e Dante nelle acque di Manto”, ed è presentato dal Comune di Borgo Virgilio insieme al Parco Letterario Virgilio. La proposta si articolerà in una serie di manifestazioni calendarizzate dal 2 aprile al 30 settembre 2021. Sono previsti tour guidati che partiranno da Mantova presso il Palazzo Ducale e dalle Pescherie di Giulio Romano e che attraverso percorsi fluviali, ciclopedonali e podistici attraverseranno i luoghi più suggestivi all’interno del Parco del Mincio fino ad arrivare al paesaggio bucolico della campagna di Andes, luogo di nascita e d’ispirazione del poeta Virgilio.

I tour verranno coordinarti dalla neonata Fondazione Virgilio e avranno anche la possibilità di esplorare il suggestivo Forte di Pietole, che si sviluppa in un riserva naturale di 33 ettari nel quale si sta sviluppando un importante progetto di valorizzazione che culminerà con la realizzazione del Museo dedicato a Virgilio a al Forte di Pietole, grazie al contributo di Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Fondazione Cariverona, Fondazione Banca Agricola Mantovana. 

Questo nuova progetto, nonostante le difficoltà derivate dalle restrizioni dovute alla pandemia, si affianca alla già importante programmazione svolta dal Parco Letterario Virgilio, quest’anno entrato anche ufficialmente con tre eventi nel calendario di Festivaletteratura 2020

*parte del testo è estratto dalla Gazzetta di Mantova con l'intervento del Direttore di Palazzo Ducale Stefano L’Occaso

Riproduzione riservata © Copyright I Parchi Letterari

In foto: Palazzo Ducale di Mantova e i luoghi di Georgiche e Bucoliche

Virgilio: pascoli, campagne e condottieri a Pietole
Scopri il parco

Virgilio: pascoli, campagne e condottieri a Pietole

Borgo Virgilio (Mantova)

...propter aquam, tardis ingens ubi flexibus errat Mincius et tenera praetexit harundine ripas. (Georg. III, 10-15)

Torna indietro

Potrebbe interessarti anche

Pinocchio di Madè. Un naso lungo … Centoquaranta anni!

Ci sono libri che hanno la capacità di superare il tempo e riproporsi, con contenuti sempre attuali, alla sensibilità di diverse generazioni di lettori: il Pinocchio di Collodi è sicuramente uno di questi.

L’anello del vescovo e la battaglia di Campaldino

“Il castello di Poppi gli apparve da lontano, alto sulla piana dell’Arno, sentinella sul fiume e sulla via di Bibbiena". L'11 giugno 1289 l’oste guelfa da Firenze e i ghibellini di Arezzo avrebbero impugnato le armi nella piana di Campaldino

Una vitale incertezza

Quest’anno al mare ho letto un libro diverso dalle letture che riservo per la settimana di vacanze. L’ho scelto non tanto per il titolo - L’esercizio della filosofia – quanto per il sottotitolo: Per una vitale incertezza. Attualissimo, dunque.

Il “Teatro del Corvo” e il libro di Erin Shields. Here We are (Eccoci – Siamo qui)

Here We Are, è un libro ambientato in un teatro, che si legge, legge sè stesso, mentre il lettore di oggi rivive e quello di domani rivivrà le esperienze che tutti noi abbiamo vissuto..nel “vostro angolo di questo mondo insano, impazzito, al momento"

Ernst Bernhard: Einzelgänger poliedrico, 'influencer' ante litteram. Un'istantanea

Ernst Bernhard introdusse la psicologia junghiana in Italia dandole un'impronta profondamente personale e contribuì in modo determinante alla sprovincializzazione del Paese. Oggi un ricco archivio è a disposizione degli studiosi.

Parco Letterario - Campo di Internamento di Ferramonti di Tarsia (Cs) per l'European Heritage Label

Ferramonti e Ventotene, un campo di concentramento e una località di confino, candidate al Marchio del Patrimonio Europeo. Di Stanislao de Marsanich
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®